Ruolo dei backlink nella tua strategia SEO

Aggiornato: 2023-06-13
Ruolo dei backlink nella tua strategia SEO
Creare backlink è importante per la propria strategia di SEO off-page. Ecco i diversi tipi di backlink, quelli qualitativamente più preziosi. Ottenere backlink sarà facile se si conoscono le varie modalità, tra cui l'analisi dei broken links dei siti per noi interessanti o il guest posting. Ecco come guadagnare backlink per avere un profilo bilanciato e un otiimo ritorno nel posizionamento SEO.
Inizia a guadagnare soldi oggi.
Registrati gratuitamente

Indice

Cos'è un backlink e cosa significa?
Come e perché i backlink sono importanti per la tua pagina?
Come ottenere backlink al tuo sito web
Ottieni backlink organici
Costruire collegamenti attraverso la sensibilizzazione
Crea collegamenti tramite contenuti sponsorizzati
Ottenere backlink gratuiti da directory di nicchia
Usare la piattaforma Haro
Essere citati come risorsa
Usare la tecnica del grattacielo
Pubblicare ricerche e informare la stampa
Contattare o intervistare influencer
Come riconoscere i backlink di alta qualità?
Dove cercare opportunità di backlink
Come verificare e analizzare il tuo profilo di backlink?
Falsi miti sui backlink
Conclusioni: un punto di vista sui link e sulla loro importanza
Domande frequenti
Quanto costa un backlink?
Dove inserire backlink?

Cos'è un backlink e cosa significa?

Letteralmente, backlink significa inbound linklink in entrata sul nostro sito, o link esterno verso il nostro sito web, o ancora collegamento a ritroso. In italiano, viene anche chiamato collegamento in entrata o incoming link. In pratica, i backlink sono collegamenti che altri siti web dedicano alle nostre pagine.

I link in ingresso sono importanti per diversi fattori, di cui il più importante è il ranking su ogni motore di ricerca. Sono un importantissimo strumento strategico per la SEO off-site, un potente mezzo per la visibilità e la pubblicità del proprio sito. Gli algoritmi di Google hanno tenuto conto dei backlink sin dall'avvio del motore di ricerca.

Ogni link è legato a una parola chiave o a più parole chiave, dette anche frasi di ancoraggioanchor text, che, se cliccate, portano al sito di destinazione. Quando una pagina web appartenente ad un altro dominio ci dona un link, vuol dire che ci sta riconoscendo del valore. Un link può provenire da diverse fonti, e possono avere vari attributi, di cui i più utilizzati sono nofollow e dofollow.

Concludendo, i backlink sono una nota importante per indicare l'autorevolezza e la rilevanza di un sito dal punto di vista del motore di ricerca.

Come e perché i backlink sono importanti per la tua pagina?

Ora che abbiamo spiegato cosa sono i backlink e ne abbiamo dato la definizione, esaminiamo i motivi per i quali una strategia di acquisizione link è essenziale, e perché i backlink sono fondamentali per la presenza del proprio sito web sulla SERP:

  • I backlink influiscono sul posizionamento, perché Google e gli altri motori di ricerca li considerano un importante fattore di ranking e li interpretano come recensioni positive provenienti da altri siti, esattamente come accade offline, quando un professionista o un negozio è sulla bocca di tutti perché è bravo e autorevole e si crea un passaparola.
  • Quindi, essere linkati da un altro sito web significa acquisire voti di fiducia e voti di popolarità. Ovviamente, più è autorevole chi ci dà fiducia, più il nostro dominio apparirà autorevole agli occhi dei motori di ricerca, potenziando la nostra presenza online. Il motore di ricerca Google utilizza un punteggio tramite uno dei suoi algoritmi, chiamato PageRank.
  • Fino al 2016, era possibile monitorare il proprio ranking secondo questo importante algoritmo visionando il proprio punteggio PageRank tramite una toolbar, che Google ha ritirato nel 2016.
  • I backlink facilitano i crawler dei motori di ricerca nella loro analisi del nostro sito web, in quanto, se all'oscuro del nostro sito, o magari di una nuova pagina web che abbiamo inserito, esso riceve un backlink da parte di un altro sito web che viene scansionato spesso, Google si attiva per scansionare anche il nostro, e quindi indicizzarlo e posizionarlo poiché ha interesse a scoprire l'esistenza di nuovi siti, e a volte lo scopre proprio grazie a un backlink.
  • I backlink aiutano i crawler a capire di cosa parla il nostro sito, proprio basandosi sui siti che ci linkano, ed è per questo che è meglio quando un sito web pertinente al nostro argomento ci offre un backlink. Ad avere un ruolo fondamentale nel far capire ai bot dei motori di ricerca di cosa tratta una determinata pagina, sono gli anchor text utilizzati, nonché i contenuti della pagina in cui il link viene inserito.
  • I backlink portano traffico di riferimento, soprattutto se l'anchor text invita all'azione e spinge a visitare il sito web linkato. Il traffico influisce sul posizionamento del sito, anche se indirettamente. Inoltre, il link porta successo al sito web e quindi possibili conversioni.

Come ottenere backlink al tuo sito web

Come creare backlink? Non c'è un unico modo per acquisire un backlink, ma bisogna tenere presente che la cosa che davvero conta non è la quantità, bensì la qualità, in quanto dei backlink provenienti da siti che i motori di ricerca considerano inaffidabili possono addirittura avere un impatto negativo sul sito web, e costituire quindi dei link tossici.

Si tratta di backlink che provengono da siti web sospetti o di bassa qualità, o che violano le linee guida di Google. A volte sono veri siti "contenitori" di backlink a pagamento, senza contenuti di qualità. Per fortuna, Google sta diventando sempre più abile nell'individuarli e non considerarli. Esaminiamo ora le varie strategie per ottenere diversi tipi di backlink e potenziare la propria strategia di link building.

Ottieni backlink organici

I backlink migliori dal punto di vista della SEO sono quelli ottenuti in modo organico. Otteniamo questo tipo di backlink quando ai visitatori piace ciò che pubblichiamo, a tal punto che vogliono indicarli nei loro siti o blog e vogliono consigliarli ai loro amici e lettori. Ciò avviene quando queste persone, a volte capitate per caso sui nostri spazi web, hanno valutato che ciò che scriviamo è di qualità per loro e per i loro lettori.

Per ottenere backlink in modo organico, è necessario creare contenuti originali e utili, su argomenti che riscuotono grande interesse nei potenziali lettori. Facciamo un esempio pratico: le aziende che possiedono un e-commerce online, collegato a un sistema di statistiche e analisi dati, possiedono moltissime informazioni sulle preferenze d'acquisto di clienti e visitatori. Basterebbe analizzare questi dati ed elaborare dei report ragionati, utilizzarli per arrivare a delle conclusioni di qualità, e condividere queste elaborazioni sul blog aziendale.

Sicuramente, questi contenuti verrebbero condivisi da giornalisti e blogger, soprattutto qualora tali articoli fossero inviati aduna lista di contatti stampa. In alternativa, i PR aziendali potrebbero pubblicare il tutto sottoforma di comunicato stampa, e sicuramente il comunicato verrebbe condiviso e riproposto.

Un'altra idea è quella di chiedere ai propri fornitori di essere linkati, ma in questo caso è importante che ci citino all'interno delle pagine o degli articoli.

Costruire collegamenti attraverso la sensibilizzazione

Le tecniche di outreach richiedono un contatto col proprietario o con l'editore del sito web. Tramite questo contatto, è importante lavorare sulla costruzione del link in modo che sia di valore, non sottovalutando nessuno degli elementi di rilievo. Oltre al tipo di backlink, è importante anche il punto in cui il sito web che ci ha linkato ha inserito il collegamento. Vediamo le varie casistiche:

  • Un articolo che tratta un argomento simile a quello del nostro sito o blog. Facciamo un esempio: immaginiamo di essere dei blogger di un sito web che parla di digital marketing e immaginiamo di aver scritto un articolo che spiega accuratamente cos'è un backlink. Ora immaginiamo che un sito autorevole in materia abbia un articolo che spiega le tecniche di creazione di link, ma senza inserire un'adeguata spiegazione di cos'è un backlink. Sarebbe opportuno contattare il gestore di quel sito web per chiedere se desidera collegare la nostra risorsa al suo articolo, per fornire ai suoi lettori un panorama più completo rispetto all'argomento trattato.
  • Un articolo che contiene dei collegamenti interrotti (broken links). Sia se questi link sono di un nostro concorrente, sia se invece sono backlink al nostro sito, a pagine non più esistenti o reindirizzati, è il caso di scrivere all'autore o al gestore del sito web e proporre una nuova URL funzionante in sostituzione di quella ormai non più esistente. L'autore dell'articolo contenente il backlink ne guadagna sia in autorevolezza, perché un backlink interrotto non fa una bella impressione al lettore (anzi, trasmette l'idea di un sito poco aggiornato), sia sotto il profilo SEO, perché i motori di ricerca non amano i siti con backlink interrotti.
  • Un articolo che cita il nostro sito o blog ma senza linkarlo: in questo caso, è una buona idea contattare il gestore del sito web che ospita la menzione e chiedere di aggiungere un collegamento al nostro sito web o blog.
  • Guest blogging: ci si può proporre come autori esperti di un tema a quei blog che trattano la nostra stessa nicchia. Si propone di scrivere uno o più articoli di qualità, che fornirebbero informazioni utili ai visitatori del sito, in cambio di un backlink al nostro sito web. Scrivere di un tema di cui siamo esperti in un altro sito web ci permette anche di fare personal branding digitale e farci conoscere a un pubblico nuovo.

Crea collegamenti tramite contenuti sponsorizzati

Per velocizzare l'acquisizione di backlinks del nostro sito web o blog, può essere una buona idea sperimentare l'utilizzo di contenuti sponsorizzati e pubbliredazionali, atti a mettere in luce i nostri progetti web e a linkarli.

Ci sono delle piattaforme di menzione che mettono in contatto il mondo degli editori, che ospitano questo tipo di contenuti, con quello degli inserzionisti, che desiderano promuovere i propri contenuti.

Anche in questo caso, più che la quantità conta la qualità, sia del contenuto sponsorizzato sia del sito ospitante che deve essere naturalmente autorevole. Inoltre, il contenuto ospitato e il sito web ospitante devono essere altamente pertinenti e, perciò, bisogna essere esperti di web marketing per fare un'accurata analisi e selezione.

Ottenere backlink gratuiti da directory di nicchia

Le directory non sono sicuramente il metodo numero uno che viene oggi consigliato per acquisire backlink, perché molte directory non sono di altissima qualità, ma, nonostante ciò, potrebbero dare un buon contributo al nostro profilo backlink.

Uno dei principali vantaggi di questo metodo è che questi backlink sono gratuiti e aiutano un sito web soprattutto quando è all'inizio della sua costruzione del profilo backlink. Le directory devono essere compatibili col topic trattato sul nostro sito o blog. È importante sottolineare come l'uso delle directory per i backlink debba essere fatto con la dovuta cautela.

Usare la piattaforma Haro

HARO (Help A Reporter Out) è una piattaforma utilizzata dai giornalisti per cercare fonti e citazioni autorevoli per i propri articoli. Iscrivendosi, si ricevono tre mail al giorno nei giorni feriali e, se arriva una richiesta coerente col nostro settore, si può rispondere e, magari, ottenere un backlink.

Essere citati come risorsa

Un'idea è farsi linkare come risorsa da altri siti web non direttamente concorrenti. Mettiamo il caso che ci sia un sito web a tema universitario e che la nostra azienda offra formazione o stage ai neolaureati: per il sito di destinazione, linkarci sarebbe un modo di fornire un servizio più completo.

Usare la tecnica del grattacielo

Basta "gugolare" e individuare articoli e pagine ben posizionate, oppure usare i tool per individuare contenuti che ricevono molti link in entrata, e poi costruire contenuti simili, anzi, migliori!

Pubblicare ricerche e informare la stampa

Costruire guide, infografiche, articoli pillar e approfondimenti e segnalare la loro esistenza ai contatti stampa può essere un buon modo di ottenere un backlink e migliorare la propria digital reputation. Inoltre, c'è una buona possibilità che questi contenuti siano replicati nei social network.

Contattare o intervistare influencer

Intervistare o stringere una collaborazione con un influencer o un personaggio noto può aiutarci a ottenere il suo backlink e anche altri, magari da parte di alcuni suoi follower.

Come riconoscere i backlink di alta qualità?

La qualità dei backlinks, come già detto, conta molto di più della quantità, e saperli riconoscere richiede delle competenze di analisi. Per fortuna ci sono diversi strumenti di ausilio in quest'impresa.

I due fattori più importanti sono la rilevanza e l'autorevolezza. Per esempio, un backlink proveniente dal New York Times o dal Corriere Della Sera è considerato di alta qualità. Molti strumenti che vengono in nostro aiuto per rilevare questi parametri hanno dei rilevatori di autorevolezza, che la indicano tramite un indicatore che si chiama in modo diverso su ognuna di queste piattaforme. Ad esempio, in Ahrefs si chiama DR, in Moz DA e in Seozoom si chiama ZA.

Questi punteggi non vanno presi come unica fonte di verità, ma offrono suggerimenti quando ci si vuole orientare nella scelta di siti web che ospitino i nostri backlinks. Si tratta comunque di metriche fornite da servizi che non possono essere totalmente oggettivi, quindi, è meglio mescolare i risultati di questi strumenti anche al nostro fiuto e al nostro buon senso.

Per la pertinenza, bisogna vedere per quali parole chiave il sito web è posizionato, e in quale area tematica il sito viene riconosciuto dai tool.

Quando riceviamo un backlink, vanno inoltre controllate alcune cose:

  • Se questo è un link dofollow, quindi trasmette autorevolezza alla pagina di atterraggio e al nostro sito web o se invece ha l'attributo nofollow, usato dai webmaster quando il sito non è ben conosciuto e non gli si vuole trasmettere autorevolezza. In realtà, negli ultimi anni gli esperti ritengono che anche i link con attributo nofollow riconoscano al sito web linkato una parte di link juice. Abbiamo anche gli sponsored link (che utilizzano l'attributo rel sponsored), da utilizzare nei pubbliredazionali, e i link UCG, inseriti dagli utenti nei commenti a forum e blog.
  • Qual è l'anchor text utilizzato che può essere pertinente all'argomento della pagina di atterraggio o, per esempio, essere brandizzato, e riportare il nome del sito web di atterraggio.
  • Se il sito ospitante il backlink riceve molto traffico.
  • Quanti backlinks sono presenti sulla pagina web che ci linka: se sono troppi, il "link juice" verrà diluito.

Dove cercare opportunità di backlink

I tool online che supportano i Digital PR, i SEO Manager e i gestori dei siti web nelle attività SEO hanno anche degli strumenti per la ricerca di potenziali backlink. Per esempio, Ahrefs, Semrush e Moz riescono a trovare collegamenti interrotti e a eseguire l'analisi del profilo backlink dei siti concorrenti per generare un "gap dei backlinks". Tramite Ahrefs è possibile trovare contenuti appena pubblicati su temi relativi ad alcune categorie o nicchie.

Ci sono poi strumenti che servono a trovare menzioni del nostro marchio o di quello dei concorrenti. Alcuni dei più potenti sono Buzzsumo, Brand24 e lo strumento gratuito Google Alert.

Un'altra opportunità è la piattaforma WhitePress, un contenitore di siti web che trattano qualsiasi argomento, divisi per categorie, e che offrono pubblicazioni: basta cercare i siti della propria nicchia e il gioco è fatto!

Come verificare e analizzare il tuo profilo di backlink?

Un potente e preciso strumento di analisi del proprio profilo backlink è Google Search Console, lo strumento di sicuro più sensibile nel vedere i link alle nostre pagine, ma che ha anche il limite dei 1000 link da poter controllare, cosa che, per un progetto grosso o avviato da tempo, potrebbe essere limitante.

Per accedere a questo servizio, basta fare log in nella Search Console e andare nella sezione link, presente nel menù a sinistra. Qui è possibile trovare link esterni, pagine principali collegate, siti con link principali e testo con link principale. Questi dati possono anche essere esportati per analisi approfondite.

Ahrefs offre due possibilità per l'analisi di backlink: una, a pagamento, offre una panoramica completa, mentre l'altra, gratuita, prevede l'utilizzo di Ahrefs Backlink Checker, che permette di ottenere il campione di link.

Tra gli altri strumenti disponibili abbiamo Semrush, Seozoom e MonitorBacklinks, utili anche nell'analizzare il profilo di backlink dei nostri concorrenti e nel monitoraggio dei collegamenti a ritroso.

Falsi miti sui backlink

Sfatiamo alcuni falsi miti sulla link building:

  • Conta la quantità di link? No, conta la qualità. Chi mira alla quantità, spesso, acquisisce tanti backlink scadenti, con un effetto boomerang.
  • I link con attributo nofollow sono inutili? In realtà, contano e aiutano ad aumentare la propria credibilità, oltre a creare un effetto domino che potrebbe far conquistare anche dei backlink dofollow.
  • I tool hanno sempre ragione? No, ed è per questo che vanno incrociati i dati di più tool da affiancare a un'analisi manuale che solo un esperto della SEO off-site può fare.
  • Se si ottengono troppi backlink si viene penalizzati? No, questo è un retaggio di un modo di funzionare di Google ormai obsoleto.

Conclusioni: un punto di vista sui link e sulla loro importanza

I backlink sono un fattore di grande importanza per la visibilità e il posizionamento sulla SERP dei motori di ricerca. Attraverso collegamenti pertinenti e su siti di qualità, si fornisce un importante segnale riguardo al valore di un sito, migliorando il ranking della pagina o delle pagine presenti nel link.

Un uso corretto degli anchor text e un'attenta cura nel creare collegamenti interni ed esterni possono fare la differenza, ma è importante prestare attenzione alla coerenza, alla pertinenza e alla sostanza del contenuto linkato, per evitare effetti boomerang con Google e con ogni altro motore di ricerca.

Avere un profilo diversificato, che comprenda link dofollow, ma anche nofollow, trasmette l'immagine di un sito linkato in modo bilanciato e naturale. Strumenti come la Google Search Console possono essere di grande ausilio per studiare la propria link equity e ragionare sulle fonti di ingresso esistenti per generarne altre.

Concludendo, i backlink sono un elemento altamente strategico per la propria visibilità online e la propria pubblicità e presenza nel web, ma devono essere ottenuti in modo naturale e coerente per averne un beneficio duraturo e onesto.

Ricordate che le pratiche SEO possono cambiare nel tempo, poiché i motori di ricerca aggiornano i loro algoritmi e fattori di ranking. Rimanete sempre aggiornati con le ultime best practice SEO provenienti da fonti affidabili.

Domande frequenti

Quanto costa un backlink?

Comprare backlink ha un costo variabile, dipendente dalla qualità e dal traffico del sito dell'editore, ma non solo: a volte il prezzo non risponde alla qualità del sito web, ed è per questo che bisogna fare una selezione accurata.

Se invece si parla di backlink non acquistati, ma "sudati", allora il "costo" è la fatica impiegata nell'applicare molte buone prassi per aumentare la propria link earning e di conseguenza i backlink che pian piano arrivano mentre la nostra fama cresce.

Dove inserire backlink?

Un elemento importante, oltre all'anchor, è il suo posizionamento nella pagina web. Ci sono varie teorie: c'è chi, per esempio, vuole che il link sia nella prima parte di un articolo, per comparire "above the fold", e c'è chi invece pensa che non sia rilevante il posizionamento del link all'interno degli articoli o delle pagine.

Quello che però è certo è che il backlink deve essere integrato all'articolo o alla pagina, e non deve essere posizionato sulla sezione superiore del contenuto, nel footer o nel menu principale.

I tuoi commenti (0)
I redattori di WhitePress® si riservano il diritto di rimuovere i commenti offensivi, che contengono parole volgari o che non siano pertinenti.
Il Responsabile del trattamento dei dati personali delle persone che utilizzano il sito web whitepress. com e tutte le sue sottopagine (di seguito: il Servizio) ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (di seguito: GDPR) e collettivamente "WhitePress" Spółka z ograniczoną odpowiedzialnością (Sp. z oo), con sede legale a Bielsko-Biała in ul. Legionów 26/28, iscritta nel Registro degli Imprenditori del Registro Nazionale dei Tribunali tenuto dal Tribunale Distrettuale di Bielsko-Biała, 8ª Divisione Economica del Registro Nazionale dei Tribunali con il numero KRS: 0000651339, NIP: 9372667797, REGON: 243400145 e le altre società del  Gruppo WhitePress  (di seguito insieme: il Responsabile del Trattamento).


Registrandosi alla newsletter, l'Utente accetta di ricevere informazioni commerciali tramite mezzi di comunicazione elettronici, segnatamente l'e-mail, riguardanti il ​​marketing diretto di servizi e prodotti offerti da WhitePress Sp. z oo e dai suoi partner commerciali di fiducia interessati a commercializzare i propri beni o servizi. La base giuridica per il trattamento dei dati personali è il consenso (art. 6 (1) (a) GDPR).


In qualsiasi momento, è possibile revocare il proprio consenso al trattamento dei dati personali per finalità di marketing. Per ulteriori informazioni sul trattamento e sulla base giuridica del trattamento dei propri dati personali da parte di WhitePress Sp. z oo, compresi i propri diritti, è possibile consultare la nostra  Informativa sulla Privacy .
Leggi tutto
  • Non ci sono ancora commenti su questo articolo.
Il Responsabile del trattamento dei dati personali delle persone che utilizzano il sito web whitepress. com e tutte le sue sottopagine (di seguito: il Servizio) ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (di seguito: GDPR) e collettivamente "WhitePress" Spółka z ograniczoną odpowiedzialnością (Sp. z oo), con sede legale a Bielsko-Biała in ul. Legionów 26/28, iscritta nel Registro degli Imprenditori del Registro Nazionale dei Tribunali tenuto dal Tribunale Distrettuale di Bielsko-Biała, 8ª Divisione Economica del Registro Nazionale dei Tribunali con il numero KRS: 0000651339, NIP: 9372667797, REGON: 243400145 e le altre società del  Gruppo WhitePress  (di seguito insieme: il Responsabile del Trattamento).


Registrandosi alla newsletter, l'Utente accetta di ricevere informazioni commerciali tramite mezzi di comunicazione elettronici, segnatamente l'e-mail, riguardanti il ​​marketing diretto di servizi e prodotti offerti da WhitePress Sp. z oo e dai suoi partner commerciali di fiducia interessati a commercializzare i propri beni o servizi. La base giuridica per il trattamento dei dati personali è il consenso (art. 6 (1) (a) GDPR). Inviando il modulo, l'utente dichiara di aver letto l'Informativa sulla Privacy.


In qualsiasi momento, è possibile revocare il proprio consenso al trattamento dei dati personali per finalità di marketing. Per ulteriori informazioni sul trattamento e sulla base giuridica del trattamento dei propri dati personali da parte di WhitePress Sp. z oo, compresi i propri diritti, è possibile consultare la nostra  Informativa sulla Privacy .
Leggi tutto
Articoli consigliati