Analisi keyword: guida all'analisi di parole chiave che convertono

Aggiornato: 2023-12-15
Analisi keyword
L'analisi delle keyword è molto più che selezionare parole: è strategia e comprensione profonda degli intenti di ricerca per allineare le keywords ai nostri obiettivi di business. Gli step cruciali e i tool avanzati contenuti in questo articolo ti guideranno verso una keyword analysis efficace, trasformando i visitatori in clienti fedeli nell'ambito dell'ottimizzazione per i motori di ricerca.
Inizia a guadagnare soldi oggi.
Registrati gratuitamente

Indice

Che cos'è l'Analisi Keyword

L'analisi delle keyword, detta anche keyword analysis, è il processo di studio e selezione durante il quale vengono analizzate le parole chiave con l'obiettivo di individuare quelle significative per degli specifici obiettivi SEO.

In questo procedimento, facente parte delle strategie di search marketing, vengono analizzati dati come il volume mensile, la concorrenza sulla SERP (search engine results page) e la potenzialità riguardo alla conversione. Durante l'analisi viene valutato quanto una keyword è funzionale rispetto agli obiettivi della strategia.

Questa prassi non va confusa con la ricerca delle parole chiave (keyword research), processo altrettanto importante ma che riguarda, appunto, una ricerca, e non l'analisi e la selezione delle singole keyword.

L'analisi delle keyword si compie in una fase più avanzata e richiede competenze specifiche perché va compreso il search intent delle keyword o dei gruppi di keyword, in modo da comprendere quali siano le parole chiave tipiche di ogni fase del customer journey e quindi in che parte del funnel si trova chi utilizza quella keyword per arrivare a noi. L'obiettivo finale di una buona analisi keyword è la CRO (Conversion Rate Optimization).

Inoltre, l'analisi delle keyword gioca un ruolo cruciale nel definire la rilevanza contestuale dei contenuti, migliorando significativamente l'esperienza utente. Questo processo è strettamente collegato con altre pratiche SEO come l'ottimizzazione on-page, la costruzione di link e il SEO tecnico. Inoltre, è fondamentale tenere conto dell'evoluzione costante delle strategie di keyword analysis in risposta ai cambiamenti degli algoritmi dei motori di ricerca e ai trend comportamentali degli utenti.

Tramite i risultati dell'analisi, è possibile creare un piano editoriale efficace e studiare al meglio le strategie di content marketing.

Perché l'analisi delle parole chiave è importante?

L'analisi delle keyword riveste un'importanza cruciale nell'ecosistema digitale e rappresenta la chiave per una presenza online di successo.

I motori di ricerca utilizzano algoritmi sofisticati per valutare la pertinenza dei termini utilizzati e un'analisi approfondita permette di posizionare in maniera ottimale il proprio dominio nel settore di riferimento.

Questa analisi non solo migliora il posizionamento SEO, ma contribuisce anche a delineare una strategia di marketing digitale più mirata ed efficace. La scelta accurata di keyword influisce direttamente sui risultati, poiché un servizio o un prodotto ben posizionato è più facilmente individuabile dagli utenti interessati. Inoltre, una selezione attenta aiuta a identificare nuove opportunità di mercato e tendenze emergenti.

Attraverso una keyword analysis mirata, è possibile identificare e colmare le lacune nei contenuti, garantendo che ogni aspetto del proprio sito web o blog risponda in modo efficace alle esigenze e alle domande degli utenti. L'analisi delle keyword non solo impatta il posizionamento nei risultati di ricerca, ma influisce anche sulla credibilità e sulla coerenza del messaggio. Un'analisi ben eseguita è quindi fondamentale per l'ottimizzazione complessiva del sito e per una strategia di branding efficace.

L'analisi delle keyword va ben oltre la semplice SEO, influenzando anche aspetti come il marketing dei contenuti, la pubblicità online e l'interazione sui social media, rivelandosi dunque fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi di marketing. Senza una keyword analysis efficace, sarà impossibile produrre contenuti accurati e costruiti per attirare i visitatori funzionali ai nostri obiettivi, e ideare quindi un piano editoriale efficace. Diventa essenziale anche nell'ambito del personal branding e dell'influencer marketing, due ambiti sempre più rilevanti nel marketing digitale.

Oltre a queste applicazioni, la keyword analysis è un potente strumento per migliorare la rilevanza e l'efficacia delle campagne di advertising online, permettendo un targeting più accurato e un incremento del ritorno sull'investimento.

In questo modo, l'analisi keyword può quindi contribuire:

  • ad aumentare la visibilità: i contenuti sono "su misura" rispetto alle esigenze dei visitatori;

  • a un traffico mirato: possiamo attirare i visitatori corrispondenti

  • + al nostro target (le nostre buyer personas), e idonei alla conversione che desideriamo;

  • a ROI positivo: non sprecheremo tempo con parole chiave troppo competitive o non funzionali ai nostri obiettivi diretti.

Entriamo nel merito degli step necessari per effettuare un'analisi keyword efficace.

Come analizzare le parole chiave per la SEO e quali fattori valutare?

Ti sei mai chiesto come scegliere le parole chiave giuste per la tua strategia SEO? Bene, questo processo non è solo una scienza; è un'arte! L'analisi delle parole chiave deve combinare insieme diversi fattori, considerando l'attinenza con i nostri intenti, la possibilità concreta di farsi spazio tra i competitor, il numero di richieste degli utenti dei motori di ricerca e tanti altri fattori.

Non c'è una formula magica, ma serve sempre l'intervento di una mente umana, di un esperto SEO che faccia le scelte giuste e sappia a cosa dare la priorità. Questo intervento umano è cruciale non solo per interpretare i dati, ma anche perché il contenuto, pur ottimizzato per i motori di ricerca, deve essere scritto soprattutto per gli umani, risultando utile e coinvolgente per il pubblico target.

Un ultimo consiglio: non c'è una regola universale che valga per tutti i siti. Solo un SEO manager esperto può bilanciare e interpretare queste sei variabili per trasformarle in una strategia vincente per noi.

Pertinenza della parola chiave

Usare parole chiave pertinenti all'argomento del nostro sito web o di un articolo del nostro blog è importante, perché aiuta gli algoritmi a capire di cosa parliamo. Infatti, se è vero che i motori di ricerca si sono evoluti e analizzano il contesto generale, è ancora importante aiutarli tramite parole chiave pertinenti.

Utilizzare parole chiave correlate all'attività indicata nel sito web o all'argomento del blog è importante perché questa pratica può essere di grande aiuto non solo ai robot dei motori di ricerca, ma anche agli utenti, perché permette sia di comprendere il topic del contenuto scritto, sia perché le parole chiave forniscono un contesto, fondamentale per capire il tema del contenuto.

Combinando le diverse parole chiave riusciremo a creare contenuti pertinenti e rilevanti per il topic su cui vogliamo posizionarci, migliorando così l'esperienza dell'utente e aumentando la possibilità di posizionamento per una varietà di ricerche. Una corretta analisi delle parole chiave porta a una migliore comprensione delle esigenze e delle intenzioni del target di riferimento, permettendo di creare contenuti che rispondono esattamente alle loro domande e interessi, aumentando così le possibilità di conversione e fidelizzazione.

Controlla il volume di ricerca

Il volume di ricerca mensile è un indicatore chiave presente in tutti gli strumenti di analisi delle parole chiave, ma la sua interpretazione richiede un occhio esperto. Più ricerche ha una parola chiave, maggiore potrebbe essere il traffico verso il nostro sito o blog, ma è la qualità del traffico che conta. Molte parole chiave con un alto volume di ricerche potrebbero generare visite, ma non necessariamente tradursi in conversioni per obiettivi di business.

Prendiamo ad esempio una keyword come 'consulenza SEO gratis': potrebbe attirare molti visitatori, ma non è detto che si traduca in clienti paganti. Inoltre, è importante ricordare che i volumi di ricerca forniti dai tool sono indicativi e possono variare in base a molti fattori. Questo parametro va quindi interpretato in modo relativo, sempre allineando le parole chiave scelte con gli obiettivi specifici del nostro business.

Verifica la difficoltà della parola chiave e la sua competitività

Quando selezioniamo le parole chiave, è fondamentale considerare non solo il loro potenziale di traffico ma anche la fattibilità del posizionamento. Inutile puntare su termini ad alto volume ma con competitività elevata: in questi casi la concorrenza è spesso troppo forte, specie se i competitor sono già ben posizionati con strategie SEO efficaci.

Quasi tutti gli strumenti professionali di analisi keyword forniscono un indice di competitività, espresso in percentuale o in numeri da 1 a 100, che può aiutarci a valutare queste sfide. In realtà non c'è una soglia standard da considerare per scegliere o meno una keyword, ma il tutto è legato all'autorevolezza del blog o sito web.

Per i blog più giovani o i siti in fase di crescita, è consigliabile orientarsi verso parole chiave a minor concorrenza. Questo approccio permette di costruire gradualmente l'autorevolezza del sito, aumentando le possibilità di posizionamento per parole più competitive in futuro.

Scopri qual è l'intento di ricerca dietro le query

Capire l'intento di ricerca dietro le query degli utenti è essenziale per affinare la tua strategia SEO. Che tipo di risultati vengono visualizzati nella SERP e che tipo di esigenze degli utenti soddisfano? È questo il punto di partenza per una corretta analisi keyword.

È fondamentale classificare le parole chiave secondo la loro tipologia. Ad esempio, distinguiamo le keyword branded, che riflettono il nostro marchio, da quelle non brandizzate, che si dividono in informazionali e transazionali.

Le keyword branded sono utili per monitorare la crescita della reputazione e della notorietà del nostro brand. Grazie ad esse, possiamo valutare quanto il nostro marchio sia riconosciuto e ricercato.

Le keyword informazionali aiuteranno a creare contenuti utili, come una guida o un articolo contenente consigli per un utente in cerca di informazioni, quindi non necessariamente pronto alla conversione; in questo caso l'obiettivo potrebbe essere riuscire a farlo iscrivere alla newsletter. Inoltre, creare contenuti informativi specifici aumenta anche il traffico pertinente e aiuta i motori di ricerca a comprendere meglio l'ambito della nostra attività.

Le keyword transazionali porteranno utenti che si stanno già informando attivamente e che potrebbero scegliere il nostro sito per compiere azioni concrete.

Le keyword navigazionali riguardano utenti con le idee chiare su ciò che desiderano acquistare. Ad esempio, un utente potrebbe cercare delle scarpe Nike taglia 43 e potrebbe arrivare al nostro e-commerce.

Tendenze di ricerca e stagionalità

Il mondo della SEO è in costante evoluzione, proprio come le tendenze di ricerca e la loro stagionalità. I volumi di ricerca come anche gli altri dati, non sono fissi nel tempo, ma variano, sia con andamento stagionale, sia con condizionamenti causati da fattori esterni e fatti di attualità.

Pensiamo, ad esempio, alla query 'ripetizioni', che vede picchi nelle stagioni degli esami scolastici. O consideriamo come le ricerche di prodotti legati a eventi sportivi possano aumentare drasticamente durante i campionati importanti.

Importante è ricordare che ogni giorno i motori di ricerca vedono nascere nuove query, combinazioni inedite di parole. Questa realtà rende l'analisi delle keyword un processo continuo, vitale per il flusso di lavoro di un SEO manager. Capire queste tendenze aiuta a pianificare strategie SEO e contenuti più efficaci, rispondendo in modo dinamico ai cambiamenti del mercato e agli interessi degli utenti.

Valutare la redditività nella keyword research

Quando si analizza una keyword, bisogna valutare la probabilità che venga utilizzata da persone che stanno cercando ciò che offriamo, e che quindi generi una conversione. Questa valutazione va oltre la semplice osservazione dei volumi di ricerca; si tratta di capire il potenziale reale di una keyword nel generare business. Ovviamente non c'è una garanzia matematica, ma una buona analisi può portare lead e clienti.

Bisogna considerare il parametro CPC, costo per clic, dato da tutti i tool di analisi keyword. Gli strumenti considerano il costo di queste parole in una campagna SEA (Search Engine Advertising, attività a pagamento), ma queste informazioni ci sono utili anche per una campagna SEO, perché se degli investitori sono disposti a impegnare queste cifre, vuol dire che si tratta di parole che garantiscono un importante ritorno di investimento.

Attenzione a non escludere del tutto le parole chiave informazionali, che hanno un CPC spesso pari a zero, perché non convertono "direttamente". Sono una tipologia di keyword rilevanti nel contesto di un blog aziendale, che possono portare conversioni in modo indiretto, facendo crescere la nostra brand reputation: è importante saper distinguere queste tipologie di parole chiave per sapere in che contesto usarle per un utilizzo corretto ed efficace.

Il CPC è rilevato da moltissimi tool di ricerca delle frasi chiave. In particolare, Ahrefs fornisce anche una stima del potenziale di traffico per la parola chiave che stai analizzando, ovvero la somma del traffico organico che la pagina n. 1 in classifica riceve da tutte le parole chiave per cui si posiziona.

Strumenti per l'analisi delle parole chiave

Come fare un'analisi keyword? Esistono numerosi tool, sia gratuiti che a pagamento, per effettuare un'analisi efficace.

Questi strumenti non solo sono utili, ma sono spesso indispensabili per chi vuole navigare con successo nel mondo del digital marketing. Gli strumenti di analisi keyword sono il fulcro di ogni strategia digitale che punta al successo. Attraverso l'utilizzo di tali tool, è possibile esplorare e comprendere a fondo le keyword che compongono il traffico online. Grazie agli strumenti di analisi keyword si ottiene non solo una visione dettagliata del panorama competitivo, ma anche preziose informazioni sulle tendenze di mercato e comportamenti degli utenti.

Questi strumenti sono quindi il fondamento su cui costruire un servizio di successo, creando un forte legame tra l'annuncio, il prodotto e l'ambito in cui operiamo. Da qui, emerge l'importanza di scegliere lo strumento giusto che si adatti alle specifiche esigenze del nostro business. Eccone una panoramica completa.

Google Keyword Planner

Google Ads Keyword Planner è uno strumento appartenente alla piattaforma PPC di Google ads. Possiamo utilizzare lo strumento per vedere i volumi mensili delle keyword analizzate ed esplorare le keyword correlate suggerite dallo strumento.

Il vantaggio di questo strumento è che si basa su dati reali e quindi dà indicazioni estremamente precise rispetto a strumenti che si basano su proiezioni e ipotesi. Inoltre, fornisce informazioni sul livello di competizione delle keyword e insight storici sui trend di ricerca.

Ahrefs

Per una corretta analisi delle parole chiave tramite Ahrefs, è necessario mettere la URL del dominio del proprio sito sullo strumento Site Explorer, per esaminare i siti che concorrono per search intent attinenti alla propria attività. Si può utilizzare anche il Keyword Explorer per ottenere dati dettagliati su difficoltà, volume di ricerca e potenziale traffico delle parole chiave.

Un altro strumento utile per le attività è il Content Gap, che individua frasi chiave su cui i nostri competitor si posizionano e noi no. Questa analisi può rivelare opportunità per creare contenuti che colmano queste lacune.

Queste keyword possono ispirare la stesura di contenuti validi per le nostre pagine e la cui lettura potrebbe portarci utili condivisioni e un interesse per i nostri prodotti o servizi.

Semrush

Semrush offre dei potenti strumenti per l'analisi delle keyword. Immaginiamo di dover capire se la keyword "quanto tè verde bere al giorno" sia funzionale per il nostro blog che parla di alimentazione sana. Semrush ci indicherebbe il volume di ricerca, ma anche la difficoltà della frase chiave: si intende la difficoltà che un contenuto basato su questo search intent avrebbe a posizionarsi sulla SERP in base alla concorrenza.

Su Semrush, questo parametro si chiama KD (Key Difficulty), e si basa su una scala da 1 a 100: più il numero è alto, più la difficoltà di posizionarsi è elevata.

Semrush offre una potente funzione, il Keyword Magic Tool, in cui è possibile inserire una parola chiave che abbiamo già individuato, in modo che lo strumento produca una lista di possibili parole chiave da analizzare e che possono ispirare contenuti utili per gli argomenti su cui ci si vuole posizionare.

Sistrix

Il software Sistrix funziona in modo simile a Semrush offrendo informazioni sulle search intent, che indicano in che fase del customer journey si trova il potenziale cliente. Un aspetto distintivo di Sistrix è il suo Visibility Index, che misura la visibilità di un sito web sui SERP, fornendo un'analisi dettagliata della presenza online e della concorrenza. Il software fornisce dati sul volume di ricerca, sul grado di difficoltà, sul pay per click medio, e sul rischio di cannibalizzazione.

Answer the Public

Il tool, diventato recentemente freemium (prima era gratuito), ci fornisce informazioni sulle domande frequenti che gli utenti fanno su un determinato tema. I suoi spunti possono ispirare i titoli dei nostri contenuti e generare approfondimenti mirati alla conversione.

SEOZoom

SEOZoom permette di ricercare per ogni parola chiave il volume mensile stimato, il CPC medio, la Keyword Difficulty e la Keyword Opportunity. Oltre a ciò, offre un'analisi approfondita del sito con audit SEO, ottimizzazione dei contenuti e analisi competitiva. La Keyword Difficulty misura la difficoltà di posizionarsi in base al livello di competitività, mentre la Keyword Opportunity stima la possibilità di posizionarsi in top 10, entrambe su una scala da 1 a 100. SEOZoom adotta un approccio a tutto tondo, valorizzando i cluster di parole piuttosto che le singole keyword e dividendo le parole chiave in categorie: Main Keyword, Keyword secondarie e Keyword correlate. La piattaforma consente inoltre di monitorare e migliorare le prestazioni SEO dei siti web, non solo tenendo traccia delle keyword, ma anche analizzando aumenti e cali di traffico, risultati zero e feature snippets su Google.

Google trends

Google Trends è uno strumento eccezionalmente utile per l'analisi delle parole chiave. Questo servizio gratuito di Google permette di osservare l'andamento nel tempo della popolarità di specifiche parole chiave, offrendo una visione dinamica delle tendenze di ricerca. Attraverso Google Trends, è possibile identificare i picchi stagionali o eventi specifici che influenzano la frequenza di ricerca di determinate parole. Uno strumento che aggiunge valore a Google Trends è Chrome Glimps, un'estensione del browser Chrome che aggiunge gli strumenti di pianificazione delle parole chiave ai grafici di Google Trends. Ciò è utile per analizzare la visibilità delle tendenze nelle ricerche effettive.

Incorpora i risultati dell'analisi delle parole chiave nella tua strategia di contenuti

Essendo le keyword una vera e propria bussola per l'utilizzo di ogni motore di ricerca, il loro targeting è essenziale.

Google e gli altri Search Engine si sono evoluti a tal punto che se prima era necessario lavorare in un'ottica di "exact match", oggi non è più necessario che le keyword utilizzate nei siti siano identiche alle query digitate.

Ad esempio, se una query contiene degli errori ortografici, di digitazioni, o delle varianti sul tema di un'altra parola chiave, il motore di ricerca sa indirizzarlo in siti utili per la sua ricerca. Questo accade perché i motori di ricerca stanno facendo ricorso al machine learning: ad esempio Google si avvale di Bert e Mum, che cercano di comprendere il linguaggio umano nella sua imprevedibilità.

Non sono solo le keyword a dover essere monitorate per produrre contenuti ottimizzati, ma anche i cluster contestuali intorno a cui scrivere.

Monitora e analizza le tue parole chiave

Una buona analisi delle parole chiave non è importante solo all'inizio: sicuramente va effettuata quando si inizia a lavorare su un nuovo progetto, ma va inserita nel flusso di lavoro delle strategie SEO e di Search Marketing, per potersi adattare all'evoluzione delle ricerche e all'analisi stagionale delle keyword.

Infatti, i proprietari dei siti web dovrebbero analizzare periodicamente le parole chiave per le quali già si posizionano, per capire se ci sono stati cambiamenti dei volumi, della competitività o degli intenti di ricerca.

Quindi, è necessario usare i tool per comprendere meglio l'indice di difficoltà delle parole chiave, ragionando sempre in base al search intent.

Questo approccio consente di posizionarsi al meglio nel settore, attirare clienti, e ottenere risultati tangibili. Con esempi pratici e una consapevole valutazione a livello di prodotti e servizi, l'analisi delle keyword diventa il fulcro di una strategia di digital PR efficace, fornendo risposte alle domande dei motori di ricerca e, di conseguenza, ai potenziali clienti.

In un mondo sempre più competitivo, il focus sulle parole chiave diventa cruciale per il successo di qualsiasi progetto online.

I tuoi commenti (0)
I redattori di Whitepress si riservano il diritto di rimuovere i commenti offensivi, che contengono parole volgari o che non siano pertinenti.

WhitePress sp. z o.o., con sede legale a Bielsko-Biała, via Legionów 26/28, tratta i vostri dati personali per finalità di marketing di WhitePress sp. z o.o. e di entità interessate a commercializzare i propri beni o servizi. Le finalità di marketing dei partner commerciali di WhitePress sp. z o.o. comprendono, tra l'altro, informazioni commerciali su conferenze e corsi di formazione relativi ai contenuti pubblicati nella sezione Knowledge Base.

La base giuridica per il trattamento dei dati personali dell'utente è lo scopo legittimo perseguito dall'Amministratore e dai suoi partner (articolo 6, paragrafo 1, lettera f), del RODO).

Gli utenti hanno i seguenti diritti: diritto di richiedere l'accesso ai propri dati, diritto alla rettifica, diritto alla cancellazione, diritto alla limitazione del trattamento e diritto alla portabilità dei dati. Per ulteriori informazioni sul trattamento dei vostri dati personali, compresi i vostri diritti, potete consultare la nostra Informativa sulla privacy.
Leggi tutto
  • Non ci sono ancora commenti su questo articolo.

WhitePress sp. z o.o., con sede legale a Bielsko-Biała, via Legionów 26/28, tratta i vostri dati personali per finalità di marketing di WhitePress sp. z o.o. e di entità interessate a commercializzare i propri beni o servizi. Le finalità di marketing dei partner commerciali di WhitePress sp. z o.o. comprendono, tra l'altro, informazioni commerciali su conferenze e corsi di formazione relativi ai contenuti pubblicati nella sezione Knowledge Base.

La base giuridica per il trattamento dei dati personali dell'utente è lo scopo legittimo perseguito dall'Amministratore e dai suoi partner (articolo 6, paragrafo 1, lettera f), del RODO).

Gli utenti hanno i seguenti diritti: diritto di richiedere l'accesso ai propri dati, diritto alla rettifica, diritto alla cancellazione, diritto alla limitazione del trattamento e diritto alla portabilità dei dati. Per ulteriori informazioni sul trattamento dei vostri dati personali, compresi i vostri diritti, potete consultare la nostra Informativa sulla privacy.
Continua a leggere
Articoli consigliati